Festival

di letteratura di montagna, viaggio, avventura

Valle Antrona, 2 luglio

Valle Antrona tutta da scoprire

La Valle Antrona, una delle sette valli della Val d’Ossola, si imbocca già a Villadossola, anche se la vera e propria valle inizia nel comune di Montescheno (450m). L’altezza massima la si raggiunge con i 3656 metri del Pizzo d’Andolla, che si trova al confine tra l’Italia e la Svizzera. Le vette più alte della valle presentano anche alcuni piccoli ghiacciai perenni.

La valle conta complessivamente circa 1400 abitanti, distribuiti su una superficie di 139,9 km2. Il primo abitato che si incontra è Cresti, da cui ogni anno parte una delle processioni più belle delle Alpi, “Lautani dei sette fratelli”. Da Cresti una strada secondaria conduce a Sasso, Barbuniga, Vallemiola, Valleggia e Zonca: grandi torchi per la produzione del vino e antichi forni per il pane (alcuni restaurati di recente) sono testimonianza di un passato neanche troppo lontano e tutto da scoprire.

Superato il comune di Seppiana - un tempo unica sede parrocchiale di tutta la valle, come testimoniato dalla bella chiesa di Sant’Ambrogio (XI sec.) - si giunge a Viganella, il piccolo comune diventato famoso per l’installazione di uno specchio di 40 m2, che riflette il sole nella piazza del paese, altrimenti ‘al buio’ nei mesi invernali.

Il comune di Antrona Schieranco è formato da un agglomerato di frazioni e località: San Pietro, Prabernardo, Schieranco, Madonna, Locasca, Rovesca, Antrona Lago, Cheggio, Ronco, Arvina, Cimallegra e Antronapiana, capoluogo della valle.

Cheggio, che ospita il secentesco Oratorio di San Bernardo, offre una meravigliosa vista su vette di 3000 e 4000 metri e, in inverno, la possibilità di sciare, grazie alla presenza di un impianto di risalita e di un tapis roulant.

L’acqua in Valle Antrona è una risorsa di notevole rilievo, con torrenti e laghetti che la segnano in tutte le sue parti. Il torrente principale è l’Ovesca, emissario del Lago di Antrona, formatosi in modo naturale in seguito a una frana avvenuta nel 1642. Alcuni laghi artificiali (Campliccioli, Cingino e Camposecco, Lago Alpe dei Cavalli o di Cheggio) sono preziosi bacini idroelettrici.

Nel passato importante è stata l’attività mineraria: dal 1736 al 1936, nel comune di Antrona Schieranco sono state attive miniere d’oro e dal 1922 al 1960 miniere di mica. Nel comune di Viganella alla fine del 1800 le miniere e la lavorazione del ferro hanno dato origine alla siderurgia di Villadossola. Rimangono inoltre testimonianze dell’intensa attività di lavorazione del legno.

<< Valle Antrona, 1 luglio Indice Valle Antrona, 3 luglio >>
Quando Cosa Dove
09:30 18:00 Escursione guidata: Un antico rifugio, base di appoggio per il Tour del Pizzo Andolla, nel cuore della Valle AntronaPiazzale della teleferica, Cheggio di Antrona
14:30 15:30 L’amore per la montagna non conosce confini: incontro Italia - SvizzeraRifugio Andolla, Andolla
19:00 21:00 CenaAntrona, Area festa, Antrona
 Primo e secondo €10. Bevande escluse. La cena sarà a cura della Proloco Valle Antrona, cui sarà devoluto il ricavato.
21:00 22:30 Alpinismo ieri e oggiAntrona, Sala Polifunzionale, Antrona
 Incontro con Alessandro Gogna

Per informazioni:
Proloco Valle Antrona
Natalina Montagna 328 8247553

Punto informativo - Comune di Montescheno
Dalle 8.00 alle 18.00

Edicola Rametti - Antrona, Piazza della Chiesa
Dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00

<< Valle Antrona, 1 luglio Indice Valle Antrona, 3 luglio >>
 
Contatti Facebook Twitter YouTube
 

LetterAltura è patrocinata e sostenuta da
 

All rights reserved © 2007-2010 Associazione Culturale LetterAltura
Associazione con personalità giuridica privata - Determinazione Regione Piemonte n° 169 del 20/03/2013
Privacy | Disclaimer | P. IVA IT02052260037 | c/o Hotel Il Chiostro • via Fratelli Cervi, 14 • 28921 Verbania (VB) | tel. 0323 581233