Festival

di letteratura di montagna, viaggio, avventura

Note d'orchestra alla luce dell'alba che colora il Rosa

La Stampa 10 luglio

Venerdì, 10 Luglio 2009

Note d'orchestra alla luce dell'alba che colora il Rosa NOTE D'ORCHESTRA ALLA LUCE DELL'ALBA CHE COLORA IL MONTE ROSA

 

RENATO BALDUCCI
MACUGNAGA
«Non si può salire alla Capanna Margherita ignorando gli scritti dell'abate Gnifetti. E , palpitanti sono le pagine del
triestino Julius Kugy sul Monte Rosa». Sono due esempi che lo scrittore-escursionista Teresio Valsesia usa per rimarcare
l'inscindibile legame tra cultura e montagna, tra libri e alpinismo. Dovela montagna si identifica con le vette
maestoso del Monte Rosa. Ed è proprio a Macugnaga, dopo il fine settimana nel Cusio, che approderà «LetterAltura». Il festival della letteratura di montagna, lasciato il Lago Maggiore con un bilancio lusinghiero di presenze, punta verso le vette più alte. dell'Ossola e sabato e domenica sarà di casa a Macugnaga. Ad inaugurare il secondo weekend in quota del festival
sarà Marco Conforto la: la guida alpina, che ha fatto dell'arrampicata la sua ragione di vita, dialogherà con Teresio Valsesia
domani alle 16,30 alla Kongresshaus su «La montagna prende, la montagna dà». Oltre alle riflessioni su come
la montagna vada vissuta in sicurezza, saranno ripercorsi i momenti tragici della salita al K2, quando Confortola perse
undici dei suoi compagni. La serata si profila invece rilassante con il concerto delle 21 alla Chiesa vecchia di Mario
Crispi, fondatore e flautista degli «Agricantus», che attraverso la musica di nove flauti proporrà un viaggio intorno al
mondo. Ma il clou del fine settimana anzaschino sarà domenica: ad attendere chi non teme le levatacce e vuole godersi
uno spettacolo unico ci sarà l'alba ai piedi del Rosa. Dalle 5,30 alle 7,30 si salirà con la seggiovia sino al Belvédere per
proseguire a piedi al Rifugio Zamboni; ai 2.070 metri dell'alpe Pedriola, dove l'Orchestra giovanile di fiati del Vco (55 elementi diretti dai maestri Stefano Gori e Massimiliano Pidò) proporrà pezzi di Roberto 0lzer, Jan de Mej, Joseph Horovitz
e Alfred Reed. Dalle 10,30,invece, è prevista un'escursione nell'Oasi faunistica con il Cai di Macugnaga. Se gli impegni nell'Abruzzo terremotato non lo tratterranno, inoltre, venerdì alle 21 tornerà alla Kongresshaus di Macugnaga Guido Bertolaso, capo della Protezione civile nazionale, per parlare con Gianni Mortara (ricercatore del Cnr) e Teresio Valsesia de «La parete est del Rosa, specchio dei mutamenti climatici». Il giorno dopo il festival si sposterà in Valle Bognanco
per l'ultimo weekend in quota, tra i cui 'appuntamenti spicca la riscoperta del sentiero Stockalper, l'antica via del sale
tra Svizzera e Italia.

 
Contatti Facebook Twitter YouTube
 

LetterAltura è patrocinata e sostenuta da
 

All rights reserved © 2007-2010 Associazione Culturale LetterAltura
Associazione con personalità giuridica privata - Determinazione Regione Piemonte n° 169 del 20/03/2013
Privacy | Disclaimer | P. IVA IT02052260037 | c/o Hotel Il Chiostro • via Fratelli Cervi, 14 • 28921 Verbania (VB) | tel. 0323 581233